28/09/2019 – Monte Mai da Calvanico

Vetta del Monte Mai (1607 m)

Bentornato weekend e si torna ad organizzare una bella escursione. Stavolta non ho avuto nemmeno il tempo di proporla sul blog in quanto l’organizzazione è partita direttamente venerdì notte! La meta di oggi è il Monte Mai, con partenza da Calvanico. Sfoglio le mie vecchie memorie sul blog per trovare utili riferimenti alla mia escursione odierna. Anni fa feci un bel giro ad anello toccando sia il Monte Mai che Pizzo S. Michele, ora sto invecchiando (in realtà sono solo pigro!) e pertanto decido di fare unicamente la vetta del Monte Mai. Caratteristica peculiare di questo sentiero è che tutte le volte che nomino “Monte Mai” parte in automatico la sigla del cartone Ken Il Guerriero “Mai, Mai. Scorderai. L’attimo, la terra che tremò etc.. etc…” maledetta generazione di cartoni anni ’90.

Raggiungo facilmente Calvanico e, grazie alle utilissime info recuperato sull’eccellente blog www.trekkeggiando.it sono nei pressi del punto di inizio sentiero. In realtà non noto la roccia con indicato il numero del sentiero e sto iniziando anche da un punto errato (l’app OsmAnd ha il punto di inizio del sentiero CAI 116A errato). Il sentiero inizia infatti un centinaio di metri prima, per fortuna il fedele Garmin mi mette sulla retta via. L’inizio sentiero è ben indicato da segnavia CAI con indicazione del numero di sentiero. Per tutti i dettagli tecnici basta cliccare sul link “descrizione del sentiero” alla fine del racconto. Trovato il giusto inizio, il sentiero è ben indicato per tutta la percorrenza. Inizio abbastanza soft costeggiando il letto di un corso d’acqua, asciutto in questo periodo e comincio quindi la salita poco dopo il bivio per una cascata che decido di vedere al ritorno… ma temo anch’essa asciutta! Durante la salita mi faccio tentare da alcune frecce rosse su una roccia verso sinistra. Dopo qualche decina di metri però il sesto senso mi fa controllare il GPS ed ovviamente sto seguendo un sentiero diverso dal 116A!! Non so precisamente queste frecce cosa indichino però torno indietro e mi rimetto sul sentiero ufficiale. Dopo circa 1 h dall’inizio del sentiero sono al bivio con il Tuppo dell’Uovo verso sinistra (CAI 116A) ed il sentiero CAI 116C diretto al Monte Mai. Ovviamente scelgo la strada lunga e punto prima verso il Tuppo dell’Uovo. Circa 30 minuti di salita e sono al Varco della Teglia (1460 m). Mi sono quindi immesso sul sentiero CAI 116, verso sinistra va in direzione di Pizzo S. Michele, io proseguo a destra in direzione Monte Mai. Incrocio il bivio verso il sentiero 116B verso sx, da non seguire, e che ovviamente io inizio a seguire per un breve tratto! Tornato sulla retta via posso quindi continuare in cresta. Il tempo purtroppo non è dei migliori, sono immerso nella nuvola, arietta bella fresca e un venticello a rinfrescarmi i pensieri. Dopo circa 30 minuti da Varco della Teglia sono finalmente in vetta! Purtroppo il tempo non è migliorato e non vedo assolutamente nulla come panorama. La nuvola ed il venticello fresco mi fanno compagnia per tutta la mia permanenza in vetta. Sarò costretto a tornare con il bel tempo per poter ammirare il panorama da quassù. Il tempo di mangiare il panino, firmare il libro di vetta e ricomincio la discesa. Per il ritorno decido di percorrere il sentiero CAI 116C evitando così di ripassare per il Varco della Teglia. Ho un po’ di problemi a trovare l’attacco del sentiero, chiaramente indicato su un albero (il problema è trovare l’albero!!). La prima parte del sentiero ha una pendenza abbastanza evidente, immagino come sarebbe stato piacevole farlo in salita. La pendenza si fa comunque più lieve dopo il primo tratto, peccato era quasi divertente!! Dopo circa 45 minuti ho chiuso l’anello e sono nuovamente al bivio per il Tuppo dell’Uovo incontrato all’andata. Proseguo e faccio un rapido salto alla cascata, che ovviamente è asciutta (ma dai… chi se lo aspettava…). Altri 15 minuti e termino l’escursione. Tutto bello se non fosse che l’auto è qualche centinaio di metri in salita, sulla strada asfaltata, siccome avevo considerato l’errato punto di inizio del sentiero! Ultima salita e termina così questa escursione. Alla prossima…

Per la descrizione del sentiero clicca —> QUI <—
Per la galleria fotografica clicca —> QUI <—

Questa voce è stata pubblicata in Trekking Salerno e Prov.. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento