29/09/2019 – Monte Finestra da Cava de Tirreni (Loc. Contrapone)

Vetta Nord Monte Finestra

Una vecchia pubblicità recitava “Two is megl che one” ed anche io ho adottato questa filosofia per il weekend appena trascorso. Non completamente appagato dalla recente escursione sul Monte Mai, decido di fare un ulteriore giretto in montagna. Novità assoluta è che stavolta vi è un folto gruppo partecipante all’escursione! Per folto gruppo si intendono 5 persone. Gruppetto nato in maniera abbastanza casuale e così formato: Paolo (me medesimo), Olga (già nota ai fedeli lettori del blog), Paola (la trekker campana amante del Trentino), Amelia (l’appassionata di ferrate) ed infine Antonio (l’ultimo infiltrato). Dopo un rapido consulto avuto pochi giorni addietro decidiamo di iniziare con qualcosa sotto casa e così puntiamo al Monte Finestra, un dolce ritorno per alcuni di noi, novità assoluta per altri. Il bello di stare vicino casa è che posso svegliarmi con tutta calma.

Recuperati tutti i partecipanti, verso le 9.15 siamo belli freschi e pimpanti in Loc. Contrapone pronti per iniziare l’escursione. La descrizione del sentiero è ormai già nota, ovviamente ci sta il link in basso per chi non l’avesse ancora letta. Iniziamo piacevolmente l’escursione, se non fosse per la temperatura chiaramente estiva che ci invoglia più ad andare al mare che in montagna. Quasi quasi rimpiango il venticello fresco dell’escursione di ieri sul Monte Mai. Il gruppetto è ben assortito e procediamo tranquillamente senza problemi. Si fatica un po’ in salita per il caldo, si incrociano diversi colleghi escursionisti in discesa (ma veramente siamo partiti così tardi??) e facciamo la prima sosta nei pressi della Croce in località Acqua Piana. Ammiriamo il panorama, si fanno le solite foto di rito, peccato per le nuvole che non permettono di godere appieno del paesaggio circostante. Amelia mi fa anche notare una piccola campana, mai notata finora! Non si finisce mai di imparare. La seconda breve tappa ovviamente è nei pressi della grotta poco distante. Proseguiamo quindi sul sentiero e tra una chiacchiera ed un’altra, non notiamo un segnavia su una roccia, e continuiamo così su un sentierino battuto che però si stacca da quello ufficiale. Dopo qualche decina di metri mi viene qualche dubbio (effettivamente era un po’ più esposto di quello che ricordavo!) e dopo un rapido consulto col fedele GPS si torna indietro su quello ufficiale. Utile lezione, mai distrarsi ed avere sempre un GPS per controllare il percorso. Su una montagna come questa, molto frequentata, non è insolito trovare sentieri battuti diversi da quello ufficiale che magari percorrono tratti più esposti, restate sempre sui sentieri ufficiali CAI !! Ultima salita e finalmente siamo al rifugio sulla Vetta Nord. Stranamente non trovo i soliti due escursionisti incontrati tutte le volte qua in vetta, ma troviamo un folto gruppo che ha attrezzato un invidiabile banchetto. Non solo ci riservano un’ottima accoglienza ma ci fanno anche assaggiare di tutto!!! La montagna è condivisione e questa ne è la dimostrazione pratica. Intanto arriva una notizia inaspettata: è appena nata mia nipote! (Tanti auguri a me). Dopo aver condiviso dagli antipasti al caffè (e non è un modo di dire!), a malincuore salutiamo tutti e riprendiamo la discesa sul medesimo percorso dell’andata. Rilassati e con la pancia piena chiudiamo questa escursione nel migliore dei modi. Ottima prima uscita con questo nuovo gruppo e si spera di replicare quanto prima. Grazie a tutti i partecipanti, ma soprattutto grazie a voi che lassù in vetta ci avete sfamato (scusate se non vi nomino uno ad uno ma non ricordo mai i nomi)!! Alla prossima…

Per la descrizione del sentiero clicca –> QUI <–
Per la galleria fotografica clicca –> QUI <–

Questa voce è stata pubblicata in Trekking Salerno e Prov.. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento