Monte La Gallinola dal Rifugio Valle S. Maria

Durata: 3.15 h circa dal rifugio alla vetta.
Distanza: Andata, circa 7 km.
Ascesa: Rifugio Valle S. Maria 1390 m – Vetta Monte La Gallinola 1923 m
Difficoltà: Sentiero escursionistico. Non sono presenti tratti esposti o pericolosi. Sentiero segnalato lungo l’intera percorrenza, qualche tratto presenta segnali piuttosto sbiaditi e non molto evidenti.

Il sentiero inizia nei pressi del Rifugio Valle Santa Maria, a circa 6,5 km dopo Bocca della Selva percorrendo la Strada Provinciale 106 in direzione di Campitello Matese. Il rifugio è ben visibile alla nostra sinistra ed è possibile parcheggiare l’auto dinanzi al rifugio stesso. Partendo dal rifugio si prosegue sul sentiero 148-13H in direzione del Pianellone. Il sentiero è ben visibile sulla sinistra alle spalle del rifugio. Prima tappa del percorso è il Rifugio Monte Orso (entrambi non sono di libero accesso), che si raggiunge in circa 20 minuti di comoda passeggiata nel bosco. Si prosegue sempre abbastanza in piano nel bosco e, superato il bivio per Grotta Orso, proseguiamo in direzione Pianellone che raggiungiamo in circa 50 minuti da inizio sentiero. Una bella passeggiata di circa 15 minuti nel verdeggiante Pianellone e dopo una breve salita raggiungiamo un punto panoramico con una bellissima vista sul Lago Matese. Si inizia a salire nel bosco, per circa 30/40 minuti e si torna a passeggiare in piano. Il sentiero quindi passa nei pressi della S.P. 106, e noterete un piccolo recinto per gli animali. Le vecchie tracce GPS fanno proseguire costeggiando i paletti con filo spinato alla nostra sinistra, i segnavia CAI invece portano verso l’interno alla destra di suddetto recinto.  Ulteriori 20 minuti circa di salita e si raggiunge un nuovo pianoro verdeggiante (molto comodi per prendere fiato!). Si riprende a salire mantenendosi leggermente verso destra ed in circa 25 minuti siamo sulla vetta del Monte La Gallinola. Da qui consiglio di fare un salto a Punta Giulia, dinanzi a noi, raggiungibile in poco meno di 10 minuti (purtroppo non è più presente il disco metallico qui apposto). Per il ritorno percorrere il medesimo sentiero dell’andata.

Durante la mia escursione, al ritorno, ho proseguito sulla variante che dal punto panoramico incontrato subito dopo il Pianellone, prosegue in direzione della Grotta dell’Orso (sentiero con punti rossi nella mappa in basso). Il sentiero si mantiene a destra, immerso nel bosco, aggirando il Pianellone. Ci tengo a precisare che il sentiero NON è segnalato pertanto lo sconsiglio a chi è sprovvisto di un GPS con la traccia indicata. Purtroppo non ho trovato nemmeno l’ingresso della Grotta dell’Orso. I segnavia CAI tornano ad essere ben evidenti quando ci immettiamo sul sentiero della Grotta dell’Orso (sentiero con punti blu sulla mappa in basso) che ci porterà al primo bivio incrociato all’andata.

Giallo: Sentiero per Monte La Gallinola
Rosso e blu: Variante effettuata al ritorno (il sentiero rosso non è segnato)

Ultimo aggiornamento: Ottobre 2019.