Sentiero da Pian del Pero a Monte S. Michele (Monte Molare)

Durata: 1.10 h per Croce della Conocchia – 1.40 h per vetta Monte S. Michele – 1.00 h ritorno.
Distanza: 8.0 km intero percorso. 
Ascesa: 417 m 
Difficoltà: 2/5. Il sentiero non presenta tratti pericolosi o particolarmente esposti, prestare maggiore attenzione al passaggio finale per raggiungere la vetta del Monte S. Michele.

Numerosi sentieri permettono di raggiungere il Monte Molare. In questa sezione verrà descritto il circuito ad anello, con partenza da Pian del Pero e passaggio per Croce della Conocchia. Consiglio vivamente di fare una tappa a Croce della Conocchia per lo stupendo panorama visibile da qua; chi invece volesse raggiungere il Monte Molare in maniera più diretta può seguire direttamente il percorso del ritorno.

Il sentiero parte dalla località Pian del Pero, 1220 m, (su Google Maps è indicato come “Campo del Pero”), poco distante dal Villaggio del Monte Faito. Vi è un ampio spiazzo per parcheggiare la propria auto.

Da questo punto partono due sentieri, il 338A (leggermente sulla sinistra, ben segnato e molto più evidente) ed il 338B, che prosegue dinanzi a noi costeggiando l’ampio piano. Io personalmente preferisco quest’ultimo, che prosegue diritto nella faggeta, e termina dopo poco più di 10 minuti con una bellissima vista sulla costiera amalfitana. Da qui si svolta a sinistra sul sentiero CAI 338 (in questo punto i segnali non sono molto evidenti, o almeno io non li ho trovati, ma basta in ogni caso scendere e quindi risalire nel vallone alla nostra sinistra per ricollegarsi sul sentiero 338A). Si prosegue quindi, abbastanza in piano, sul sentiero CAI 338 molto panoramico fino a giungere, dopo circa 45 dall’inizio del sentiero, ad un bel punto panoramico facilmente riconoscibile da un bastone in legno con segnale CAI. Da qui bisogna risalire alla nostra sinistra in direzione Croce della Conocchia che si raggiunge in circa 20 minuti. Posto molto panoramico, davvero consigliato per chi passa da queste parti. Ci siamo ora immessi sul sentiero CAI 300; il sentiero che avete incrociato sulla destra, in discesa abbastanza ripida, è appunto il sentiero CAI 300 che prosegue in direzione Caserma della Forestale, Monte Pertuso e Positano. Noi continueremo, invece, in direzione del Monte Molare superando diverse antenne ormai dismesse, ed in circa 30 minuti siamo sul Monte S. Michele (Monte Molare, 1444 m). Solo l’ultimo tratto è leggermente più impervio, prestate maggiore attenzione. Da qui la vista è spettacolare.

Dopo la meritata pausa e le tante foto, si riscende lungo il medesimo tratto leggermente impervio e quindi svoltiamo a destra seguendo le indicazioni per il Santuario di S. Michele, sentiero CAI 350. Il sentiero prosegue tranquillo nella faggeta fino ad incrociare la Sorgente Acqua Santa ed il bivio verso Croce della Conocchia. Si prosegue diritto sempre in direzione del Santuario, e si raggiunge un secondo bivio per le neviere e Grotta di San Catello. Chi vuole può fare questa deviazione altrimenti si prosegue diritto fino a giungere alla Sorgente Scorchie. Raggiunto questo enorme slargo pietroso, suggerisco di percorrere i pochi tornanti in salita fino al Santuario di San Michele. Per raggiunger l’auto, invece, bisogna proseguire sulla strada asfaltata in discesa, con la possibilità di tagliare gli ultimi tornanti seguendo il cartello CAI in direzione “Neviere, Sorgente della Lontra, Moiano”. Il percorso del ritorno, dalla vetta del Monte Molare a Pian del Pero dura all’incirca 1 ora.

Ultimo Aggiornamento: Marzo 2019.

www.caimontilattari.it