Monte Finestra passando dal Buco (circuito ad anello)

Guida: Circuito di Monte Finestra passando dal Buco

Durata: 5 h intero circuito: Vetta Sud 2.10 h – Vetta Nord 3 h

Distanza:

Difficoltà: 4/5 su 5. Il percorso presenta tratti in cui è indispensabile l’uso delle mani e passaggi molto esposti soprattutto sul sentiero CAI 310.

Il sentiero parte dalla frazione Sant’Arcangelo di Cava di Tirreni (uscita autostrada A3 Sa-Rc) in prossimità dell’agriturismo “Il Casone”. Il sentiero inizia poche decine di metri dopo il cancello dell’agriturismo; il primo tratto è in comune con i sentieri CAI 308 / 310. Dopo circa 15 minuti vi è il bivio con il sentiero CAI 310 verso la vetta nord, ed il sentiero CAI 308 verso Il Buco. Si prosegue in direzione del sentiero CAI 308, interamente in salita nel bosco, con alcuni tratti in cui bisogna aiutarsi con le mani. Dopo circa 50 min dal bivio si incrocia la sorgente Acqua di Santa Maria e quindi si raggiunge la Sella di Monte Finestra (ovvero Il Buco) dopo ulteriori 45 minuti. Qui vi è il bivio per la Vetta Sud verso sinistra e la Vetta Nord verso destra. Pochi metri alla nostra destra ed è possibile vedere il famoso “Buco” con il primo libro di vetta di questa escursione. Suggerisco a questo punto una rapida tappa dapprima alla Vetta Sud (segnalata da una croce in ferro) che è possibile raggiungere in soli 20 minuti. Dopo questa prima tappa, si torna nuovamente al bivio appena incrociato per proseguire in direzione della Vetta Nord. Ci si immette così sul sentiero CAI 300 dell’Alta Via dei Monti Lattari (all’apparenza molto più pericoloso di quanto effettivamente sia), ed in poco meno di 30 minuti raggiungiamo anche la Vetta Nord segnalata da un bastone in legno. Da qui, proseguendo ancora per pochi metri, vi è un comodo rifugio e l’indicazione precisa della Vetta Nord con il secondo libro di vetta di questa escursione. Per il ritorno si prosegue sul sentiero CAI 310, sentiero di trekking alpinistico intitolato a Sergio Rosa che qui perse la vita precipitando da queste rocce il 30 novembre 1941. Il sentiero presenta alcune difficoltà con passaggi molto esposti ed è consigliato solo ad escursionisti esperti. In circa 1.40 h si giunge al punto di incontro tra i sentieri CAI 308 / 310 ed in pochi minuti termina la nostra escursione.