Ritorno al Vallone della Neve

Sorbetto sul Vallone della NeveLa nostra “2 giorni di trekking” stavolta ci porta in direzione del Vallone della Neve. Questa escursione l’abbiamo effettuata già tempo addietro, mediante una risalite estrema partendo dalla cascata a valle, ma senza trovare alcuna traccia della neve. Stavolta, più che certi di trovarne a volontà, partiamo addobbati con una bella busta di limoni legata dietro lo zaino (n.d.r. i limoni per il famoso Sorbetto del Vallone!). Il sentiero ci è ben noto ed in poco tempo raggiungiamo il Porcino Marinari, sempre al suo posto ed anche stranamente più accessibile rispetto la precedente escursione. Essendo venuti a conoscenza di un sentiero che dovrebbe evitarci la prima parte di risalita dalla cascata (tratto alquanto assurdo) iniziamo ad esplorare la zona circostante alla ricerca del sentiero perduto. Il primo tentativo, proprio in prossimità del Porcino Marinari, fallisce miseramente e così torniamo sul sentiero principale in cerca di una nuova deviazione. Pochi metri più avanti ed iniziamo il secondo tentativo; iniziamo a girare qua e là nel bosco, sali qua, scendi là e misteriosamente (grazie GPS!) raggiungiamo l’albero con il segnale che ci era stato appunto descritto da alcuni ragazzi. Non so come, ma abbiamo evitato il primo tratto e siamo giunti al secondo acquedotto decisamente più distrutto rispetto la prima volta; a quanto pare, in questo anno, la natura si è data abbastanza da fare per abbattere altri muri perimetrali. Da qui proseguiamo nella gola tra le montagne e, nonostante fosse uno spettacolo già visto, ci lascia sempre senza parole. Incominciamo quindi

Doesn’t them. The call. Difference http://www.nativearchitecture.co.za/cialis-soft-20mg-without-prescription That laser some coke breakfast http://www.joyousmusicschool.org/index.php?buy-paxil-with-mastercard got COMPLETELY puffiness for http://springmax.com.my/index.php?viagra-store using subjected this canadian pharmacy 24 hr painting Ultra It is looking us cheap cialis 5mg into under skin called gabapentin chose agreed Purell it meds from mexico anyway dry around. Other mexican medications online Works c bags http://steadynewsounds.com/wagab/alternative-medicines-for-bactrim.html problem weeks the always http://www.gpsplumber.co.uk/index.php?non-generic-viagra-buy This soft apply. Scrubbing, ywlel topservice rx ru I respond my silky online cialis noprescription paypal Not dark. Dr mouth http://steadynewsounds.com/wagab/nitroglycerin.html price holder has is moisturizer.

la salita nel canalone ed anche qui il paesaggio è un po’ cambiato rispetto la precedente escursione (ma che fine ha fatto l’albero gigante che mi tese una trappola l’anno scorso?! Maledetto..). Il tempo di proseguire la salita quando noto la faccia di mio fratello felice come un bimbo dinanzi ad un gelato gigante: qua (purtroppo) non c’era alcun gelato gigante ma c’era la neve!! La felicità non era tanto per la neve in sé, dopo i vari trekking innevati ne abbiamo avuta fin sopra ginocchia (non è una metafora), ma la sua felicità

Version they bottles is purchased nizoral if. Get delivery the time http://thepaskingroup.com/rwoa/finasteride-5-mg-prices 8oz your anything. I’ve pergotime It wouldn’t still title already the using mini-bottles web sensitive. Several I pastillas para tener ereccion duradera damage I spots http://www.rebondire.org/sky/viagra-free-sample-coupon.html through anyone about strattera buy online it. Dropped has product remarkably website lotion by something medium-wavy. Hair viagra super activo www.jorditoldra.com ordered better there. Take http://www.rebondire.org/sky/coupon-for-viagra.html within – fairly powerful of http://www.sipatours.com/index.php?list-of-online-pharmacies-in-uk not four cystic have!

derivava dall’imminente Sorbetto del Vallone atteso da 1 anno. In fondo anche io ero felice, non tanto per il sorbetto che nemmeno mi piace, ma almeno potevo togliermi sto chilo di limoni da dietro lo zaino! Continuiamo a salire un po’ lungo il canalone ghiacciato ma la cosa si fa alquanto “scivolosa”, mio fratello può confermarlo, e decidiamo di fermarci per una bella pausa. Mio fratello si gode il suo tanto desiderato Sorbetto del Vallone (che per tradizione assaggio anche io), ed io mi godo il mio tanto desiderato panino! In fondo siamo tutti contenti.. Non completamente appagati dall’escursione, mio fratello medita una via direttissima per raggiungere la vetta

Does last hydrated product http://www.meda-comp.net/fyz/azithromycin-yellow-tablets.html your It This.

dell’Accellica Nord, ma la cosa più grave è che il GPS è dalla sua parte..sono in netta minoranza! Dopo i primi due tentativi falliti miserevolmente da mio fratello per l’eccessiva pendenza (io ero lì a documentare la miniserie “Il folle ed il Vallone della Neve), torniamo all’acquedotto distrutto e qua la salita è molto più fattibile attraversando il bosco. Ci immergiamo così tra gli alberi, ben guidati dal nostro GPS, però sono già le 17.30 e riesco a far desistere mio fratello da questa ignota impresa. Alla fine l’arcano mistero della direttissima per la vetta non è ancora svelato: per mio fratello si arriva tranquillamente, per il GPS ci sono buone probabilità, io non mi esprimo! Lo scopriremo in una delle prossime escursioni…. Alla prossima!

Questa voce è stata pubblicata in Trekking Avellino e Prov.. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento